Acanthocalycium klimpelianum

Genere Acanthocalycium
Famiglia Cactaceae
Habitat Acanthocalycium klimpelianum è originario delle provincie argentine di Santiago del Estero e Córdoba, dove cresce spontaneamente a 1000-1500 metri di altezza.
Curiosità L’epiteto klimpelianum è stato dato in onore del giardiniere tedesco Georg Klimpel.

L’Acanthocalycium klimpelianum: caratteristiche salienti.

La prima descrizione di questa pianta è stata fatta con il nome di Echinopsis klimpeliana da E. Weidlich e Erich Werdermann e pubblicata 1928; nel 1936 Curt Guancia Montagna le ha iscritte nel genere Acanthocalycium.

Sinonimi: Lobivia klimpeliana, Spinicalycium klimpelianum, Acanthocalycium spiniflorum f. Klimpelianum, Acanthocalycium spiniflorum var. klimpelianum e Lobivia spiniflora var. klimpelianum.

Acanthocalycium klimpelianum è una pianta che cresce individualmente, con forma globosa un pò schiacciata e può raggiungere fino a 10 centimetro di diametro. Presenta circa 19 coste, nelle areole ci sono da una a quattro spine centrali diritte e da sei a dieci spine radiali un pò cure con lunghezza diversa.

I fiori sono bianchi con sfumature rosa o rosa ed hanno una lunghezza di 3-4 centimetri.