Delosperma

delosperma-giromagi-cactus
Genere Delosperma
Famiglia Aizoaceae
Habitat Sudafrica
Coltivazione Si raccomanda un’esposizione in pieno sole per avere fiori dai colori brillanti. Le innaffiature devono essere abbondanti ma non frequenti, mentre per le concimazioni è consigliabile procedere una volta ogni 15 giorni.
Curiosità Talvolta ci si sente riferire a queste piante come mesembriantemi: è però una dicitura errata o quantomeno superata. Il termine mesembriantemi si riferisce infatti a un genere di una vecchia catalogazione che non distingueva però fra delosperma e i suoi parenti più prossimi, come drosanthemum e lampranthus (oggi considerati generi distinti appartenenti alla famiglia delle aizoaceae).

Le Delosperma: caratteristiche salienti

Originarie del Sudafrica ma diffusa anche nella Namibia e più in generale lungo le coste orientali dell’Africa centro-meridionale, le piante del genere delosperma sono succulente nane tappezzanti che si trovano perfettamente a loro agio su terreni secchi o rocciosi e nelle zone di mare. Alcune specie sono perenni, altre biennali. In generale hanno una buona resistenza anche al freddo.Le foglie sono carnose e hanno in genere una forma triangolare e molto allungata; crescono lungo un fusto erboso che si sviluppa in modo molto ramificato. Restano a bassa altezza rispetto al terreno (massimo 30-40 cm nelle specie più alte).

Le loro esigenze in fatto di terreno e irrigazione sono davvero limitate: tanto da poter crescere anche nei piccoli anfratti che si creano nelle rocce o lungo i muretti a secco. Resistono bene al salmastro e hanno un’ottima resistenza al freddo. Le fioriture sono particolarmente generose: da ogni pianta sbocciano molti fiori in forma di margherita dai colori vivaci come giallo, violetto, rosso o talvolta bianco. I fiori sbocciano solitari o a piccoli gruppi e sono larghi fino a 4 centimetri. Sbocciano a inizio primavera ma non di rado resistono tutta l’estate ed hanno la peculiarità di aprirsi alla luce solare e richiudersi al buio. Per queste caratteristiche le delosperma sono molto diffuse come piante decorative nelle località di mare e un po’ in tutto il sud Italia.

Varietà e Tipologie

Il genere delosperma comprende circa 150 specie e alcune varietà; ne riportiamo di seguito alcune fra le più comuni.

Delosperma cooperi – È probabilmente la specie più diffusa e ne esistono diverse varietà. Le foglie sono brevi e molto spesse, i rametti legnificano nel tempo. I fiori sono di color lilla. Resiste anche a temperature sotto lo zero per brevi periodi.

D. nubigenum – le fioriture sono gialle e vivaci e le corolle particolarmente grandi. Raggiunge un’altezza massima di 30 cm.D. angustifolia – con le foglie sottili crea, crescendo, dei cuscinetti di vegetazione. Le foglie, verde scuro, contrastano piacevolmente con i fiori bianchi.

D. echinatum – i fiori sono sia bianchi e gialli. Le foglie hanno forma affusolata.

D. grandiflorum – è la gigante della categoria, potendo raggiungere anche un metro di altezza! Anche i fiori, di colore rosso-violaceo, sono particolarmente grandi.

D. sphalmanthoides – raggiunge un’altezza fra i 5 e i 10 cm., i fiori possono essere di  la gigante della categoria, potendo raggiungere anche un metro di altezza! Anche i fiori, di colore rosso-violaceo, sono particolarmente grandi.

Alcune varietà di Delosperma e molte altre succulente sono disponibili nel nostro shop online.

Consigli per la coltivazione

Come già detto, sono piante molto robuste e poco esigenti. Bisogna, però, predisporre l’ambiente in modo che possano dare il loro meglio anche in termini di fioriture. Ecco i nostri consigli:

  • L’esposizione ideale è in piena luce: i colori dei fiori saranno più accesi e vivaci.
  • Le delosperma, in generale, resistono anche a brevi gelate con temperature sotto lo zero e per questo possono essere coltivate anche all’aperto in molte aree dell’Italia. È opportuno porle al riparo quando la temperatura scende al di sotto dei -5°C. Una delosperma cooperi robusta potrebbe reggere senza danni anche a -10°C o sotto un abbondante strato di neve, ma il nostro consiglio è di evitare di rischiare, se possibile!
  • Come per quasi tutte le succulente, il nemico delle delosperma sono i ristagni d’acqua. Per questo consigliamo innaffiature scarse anche in estate (ogni 3-4 giorni se le piante sono in vaso, un po’ più frequenti se sono nel terreno) e facendo attenzione a lasciar seccare il terreno fra una e l’altra; la singola annaffiatura, però, deve essere abbondante. In autunno e inverno la frequenza delle bagnature può essere ridotta.
  • Concimate una volta ogni 15 giorni con un prodotto specifico per cactacee, nel solo periodo primaverile ed estivo.
  • Se coltivate in vaso, utilizzate un terreno sabbioso e molto ben drenante.
  • Vista la velocità di sviluppo, ogni anno è opportuno procedere a un rinvaso. Scegliete contenitori larghi e poco profondi, visto che la crescita della pianta sarà soprattutto in orizzontale.

Per la moltiplicazione delle delosperma si può ricorrere con la massima semplicità alla talea: i ramoscelli attecchiscono con molta facilità. Talvolta è possibile anche che la pianta produca dei polloni ma, come già detto, anche i normali rametti sono delle ottime talee.