Lemaireocereus

Lemaireocereus prurinosus

Lemaireocereus prurinosus, dal nostro shop online

Lemaireocereus hollianus

Lemaireocereus (pachycereus) hollianus. Foto dagli archivi Wikimedia Commons.

Genere Lemaireocereus
Famiglia Cactaceae
Habitat America centrale e centro-meridionale
Coltivazione Scegliere un’esposizione in pieno sole e una posizione ben aereata. Mantenere ad una temperatura sopra i 10°C e innaffiare regolarmente, facendo attenzione a far seccare bene il terreno per evitare il rischio marciume.
Curiosità È così chiamato in onore di Charles Lemaire, botanico francese specializzato in cactacee che è vissuto dal 1801 al 1871.

Lemaireocereus: caratteristiche salienti

 

Il genere Lemaireocereus comprende solo poche specie di cactus per lo più colonnari, molto eterogenei fra di loro, tanto che varie classificazioni li fanno rientrare, invece, in generi tutti diversi ma tutte riconducibili ai gruppi del “Cereus”.

Sono cactus colonnari o striscianti, poco ramificati, con il fusto suddiviso in poche costolature (generalmente, appena quattro) molto profonde. Il fusto può essere verde-azzurro o verde brillante, le spine sono generalmente corte e robuste.
Le dimensioni possono essere molto diverse a seconda della specie.

I fiori spuntano lungo i lati del fusto, sulla parte più alta della pianta. Sono campanulati, larghi, con petali piuttosto corti. La fioritura è diurna.

Lemaireocereus prurinosus

Lemaireocereus prurinosus, dal nostro shop online

 

Varietà e Tipologie

Queste le specie di Lemaireocereus esistenti. Come già detto, possono essere ritrovate anche con altri nomi all’interno di altri generi, secondo la classificazione adottata. Vi invitiamo, come sempre, a cercarle nel nostro shop online.

Lemaireocereus chende
L. chichipe
L. dumortieri
L. hollianos
L. marginatus
L. pruinosus
L. stellatus

Consigli per la coltivazione

Ecco i nostri consigli di coltivazione:

  • ESPOSIZIONE: L’esposizione richiesta è molto luminosa, possibilmente con luce diretta del sole. È importante anche una buona aereazione.
  • TEMPERATURA: Sono cactus adatti a climi molto caldi. La temperatura, anche in inverno, dovrebbe essere superiore a 10-12°C.
  • INNAFFIATURE: Innaffiate ogni 3-4 giorni da marzo a settembre, per poi sospendere del tutto durante il riposo vegetativo. Non bagnate nuovamente se il terreno non si è prima completamente seccato dalla precedente innaffiatura.
  • TERRENO: Utilizzate una composta standard per cactacea e un terreno tendenzialmente neutro, leggero e molto drenante. Andrà bene una composta standard per cactacee.
  • CONCIMAZIONE: Concimare circa una volta al mese durante primavera ed estate con un prodotto specifico per cactacee.
  • RINVASO: Questi cactus hanno una crescita piuttosto rapida e tendenzialmente dovrete rinvasarli ogni 1-2 anni. Scegliere vasi alti, in grado di contenere agevolmente le radici.
  • RIPRODUZIONE: Si riproducono per seme oppure, più raramente, per talea: come talea possono essere utilizzati i polloni (quando presenti). Le ramificazioni di solito sono scarse e quindi la talea di ramo non è consigliata.