Rauhia

Rahuia multiflora

Rahuia peruviana (o multiflora), dal nostro shop online.

Rahuia multiflora

Rahuia peruviana, dettaglio. Foto dagli archivi Wikimedia Commons

Genere Rauhia
Famiglia Amaryllidaceae
Habitat Perù
Coltivazione Ama le posizioni molto luminose, ma deve essere protetto da vento e pioggia. Si raccomanda di non esporre mai a temperature inferiori ai 5-8°C e di innaffiare con molta parsimonia.
Curiosità La specie più diffusa è la Rauhia multiflora (detta anche R. peruviana), che difficilmente emette più di una coppia di foglie per volta.

Rauhia: caratteristiche salienti

 

Il genere Rauhia comprende alcune piante piante bulbose originarie del Perù.

Sono piante dotate di un bulbo tendenzialmente grande (circa 15 cm), dal quale spuntano spesse foglie dalla forma allungata ed elegante, che generalmente crescono in coppie opposte. Sono di colore verde intenso, lucide, talvolta solcate da un profonda venatura centrale molto elegante.

Possono raggiungere fino a 30 cm di lunghezza e rappresentano la caratteristica più amata dagli appassionati.

Queste piante non emettono, comunque, molto fogliame: in particolare nella Rauhia peruviana è facile che sia presente solo una coppia di foglie o massimo due, mentre in altre specie (come la Rauhia decora) possono arrivare a 3-4 coppie.
In inverno generalmente le foglie cadono.

Dal centro del bulbo, in mezzo alle foglie, spunta un lungo stelo robusto che sostiene i fiori, riuniti in una struttura ad ombrello. I singoli fiori sono piccoli, di colore tendente al verde. Sono autofertili.

Rahuia multiflora

Rahuia peruviana o multiflora. Foto dagli archivi Wikimedia Commons

 

Varietà e Tipologie

Si riscontrano, in totale, cinque diverse specie di Rauhia, che elenchiamo qui di seguito. La maggior parte delle classificazioni, tuttavia, ne considera quattro (non riconoscendo la R. sagasteguiana).

Vi invitiamo, come sempre, a cercarle nel nostro shop online.

Rauhia decora
R. multiflora (detta anche R. peruviana)
R. occidentalis
R. sagasteguiana
R. staminosa

Consigli per la coltivazione

Ecco i nostri consigli di coltivazione:

  • ESPOSIZIONE: Ama le posizioni molto luminose, ma deve essere protetto da vento e pioggia. Il sole diretto è tollerato bene dalle piante adulte, mentre le più giovani vanno abituate gradualmente.
  • TEMPERATURA: Si raccomanda di non esporre mai a temperature inferiori ai 5-8°C.
  • INNAFFIATURE: Hanno bisogno di pochissima acqua. Basterà bagnarle 1 volta a settimana, facendo attenzione che il terreno nel quale alloggia sia ben secco per non far marcire il bulbo.
  • TERRENO: Anche per la Rauhia potrete utilizzare un mix di minerali e torba molto drenante oppure, in alternativa, del terriccio standard per cactacee.
  • CONCIMAZIONE: Durante il periodo vegetativo, concimare una volta al mese o ogni due mesi con un buon prodotto per piante verdi, ricco in microelementi. Le dosi vanno ridotte della metà rispetto a quanto indicato nella confezione.
  • RINVASO: Di base, il rinvaso è necessario ogni due anni. Quando rinvasate, non interrate totalmente il bulbo ma lasciategli almeno un paio di centimetri scoperti a partire dalla sommità.
  • RIPRODUZIONE: Le Rauhia si moltiplicano sia per seme che tramite divisione dei bulbi. Le piante sono autofertili ed è perciò relativamente facile ottenere i semi; a livello di germinazione, però, tagliare i bulbilli e interrarli dà maggiori chance di riuscita.