Stetsonia

Stetsonia Coryne

Stetsonia Coryne, dal nostro shop online

Stetsonia Coryne, fiore

Stetsonia Coryne, fioritura

Genere Stetsonia
Famiglia Cactaceae
Habitat Argentina nord-occidentale, Bolivia, Paraguay
Coltivazione Lo Stetsonia non è di difficile coltivazione, ma ha una crescita molto lenta. In inverno andrebbe messo al riparo, ma può resistere anche a brevi gelate se piantato direttamente nel terreno e se non ci sono tracce di umidità.
Curiosità Fu chiamata così in onore di Francis Lynde Stetson, avvocato di New York vissuto a cavallo fra la seconda metà dell’800 e gli inizi del ‘900 e grande appassionato di botanica.

Stetsonia: caratteristiche salienti

 

Il genere Stetsonia comprende un’unica specie di cactus, gli Stetsonia Coryne.

Sono cactus colonnari con fusti verde scuro o azzurrognolo, solcati da 8-10 costolature mediamente pronunciate lungo le quali si trovano areole dotate di spine lunghe e robuste, che gli hanno valso il soprannome di “cactus stuzzicadenti”.

Hanno una struttura molto ramificata che diventa via via più evidente con l’aumentare dell’età della piante.

I fiori sono grandi fino a 15 cm., imbutiformi, di colore bianco. Crescono lateralmente ma vicini alla sommità del fusto (o meglio, di ciascuna ramificazione) e si aprono solo di notte.

Gli Stetsonia sono cactus a crescita lenta, ma con l’età possono raggiungere dimensioni molto grandi: fino a 10 metri di altezza in natura, con diametri del fusto di anche di mezzo metro.

Stetsonia Coryne Crestata

Stetsonia Coryne Crestata, dal nostro shop online

 

Varietà e Tipologie

Lo Stetsonia coryne, unica specie di questo genere, è disponibile anche nella forma crestata.

Vi invitiamo, come sempre, a cercarli nel nostro shop on line.

Consigli per la coltivazione

Gli Aporocactus vengono spesso coltivati in vaso per creare splendidi effetti con i suoi rami ricadenti. Ecco i nostri consigli di coltivazione:

  • ESPOSIZIONE: Scegliete una posizione in pieno sole per avere i migliori risultati di coltivazione.
  • TEMPERATURA: Possono sopportare temperature fino a 5°C. Durante l’inverno è perciò preferibile spostarli in luogo riparato.
  • INNAFFIATURE: Innaffiare con moderazione in primavera ed estate: 1-2 volte la settimana, secondo la temperatura, avendo cura che il terreno sia ben secco fra una bagnatura e l’altra. Vi accorgerete se la pianta ha sete dalla perdita di turgore dei fusti. Sospendere del tutto in inverno.
  • TERRENO: Il terriccio deve essere estremamente leggero, ricco di sabbia o lapillo. Un terreno standard per cactacee, misto a un po’ di sabbia extra, sarà perfetto.
  • CONCIMAZIONE: Concimate ad inizio primavera con un prodotto specifico per cactacee.
  • RINVASO: Ogni 1-2 anni, facendo attenzione a non danneggiare i fusti sottili.
  • RIPRODUZIONE: Il metodo più semplice per la moltiplicazione degli Aporocactus è la talea di ramo. Tagliate l’apice dei fusti (sui 5-10 cm di lunghezza) e interrate in un terreno molto sabbioso, avendo cura di lasciare asciugare bene la ferita.