Aloe microstigma

Genere:

Aloe

Famiglia:

Aloeaceae

Habitat:

L’aloe microstigma è originaria del Sud Africa. È diffusa nelle province del Nord, dell’Est e del Capo Occidentale, ed è presente anche nel sud della Namibia. I suoi habitat sono vari: dalle zone pianeggianti e aperte ai pendii rocciosi.

Sinonimi:

Aloe arabica
Aloe brunnthaleri
Aloe juttae
Aloe microstigma subsp. microstigma

Descrizione:

Aloe microstigma è una pianta perenne, che può raggiungere i 60 centimetri di altezza. Può essere trovata isolata o in piccoli gruppi. Le foglie sono raggruppate in rosette: sono normalmente blu-verdastre, ma possono virare al rosso-brunastro in condizioni di stress ambientale. Su entrambe le facce delle foglie sono presenti macchie bianche, e i loro margini sono provvisti di denti rossastri. Le infiorescenze sono steli portanti un racemo (grappolo) di fiori bicolori: in boccio sono rossi, e virano all’arancione durante la fioritura stessa.

Coltivazione:

L’A. microstigma richiede un terreno drenante, composto da un terzo di sabbia o ciottoli, per evitare che le radici marciscano. Se si annaffia troppo frequentemente o si bagnano le foglie durante l’irrigazione, esse potrebbero andare in dcomposizione. Le annaffiature possono essere quasi completamente sospese in inverno (è sufficiente una volta al mese) e, in primavera e in estate, è sufficiente annaffiare una o due volte ogni due settimane. Prima di ogni irrigazione, è meglio aspettare che il terreno sia completamente asciutto. L’A. microstigma ha bisogno di luce intensa, soprattutto in inverno. Può sopravvivere a temperature vicine a 0ºC. Se volete coltivarla all’aperto, va messa in piena esposizione alla luce solare e va protetta dal freddo durante gli inverni.

Propagazione:

Il modo migliore per propagare l’A. microstigma è per seme. I semi devono essere freschi: non si deve aspettare troppo dopo che sono stati raccolti, perché possono danneggiarsi durante l’essiccazione. Si seminano in un substrato di sabbia di fiume. Il terreno deve essere mantenuto umido fino a quando non germinano: ci vogliono più o meno due settimane.

Curiosità:

L’Aloe microstigma non è registrata come pianta medicinale, sebbene si creda che la sua linfa sia benefica per ferite o ustioni. È spesso utilizzata per attirare gli insetti impollinatori o gli uccelli in orticoltura, per la sua notevole fioritura invernale.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca