Aloe tomentosa

Genere:

Aloe

Famiglia:

Aloeaceae

Habitat:

L’Aloe tomentosa è originaria dello Yemen, ed è diffusa anche in Arabia Saudita. Il suo habitat sono i pendii rocciosi ad alta quota (1400-3000 metri).

Sinonimi:

Non sono registrati sinonimi

Descrizione:

L’Aloe tomentosa è una pianta arbustiva perenne che forma un’unica rosetta: cresce fino a 60-120 centimetri. Le sue foglie sono verdi chiare sfumate di rosso nella parte superiore e possono presentare strisce o macchie. I margini possono avere una sfumatura brunastra e sono provvisti di denti. Le foglie sono più spesse nella parte superiore e più strette alla base. La caratteristica tipica dell’A. tomentosa è l’infiorescenza: si tratta di un racemo, alto 70-80 centimetri, in cui si sviluppano numerosi fiori rosso-rosati. I fiori hanno una peluria morbida, tipica dell’A. tomentosa (la parola “tomentosa” significa “peloso”). La stagione della fioritura è a fine estate.

Coltivazione:

L’Aloe tomentosa richiede un terreno ben drenato, composto da un terzo di sabbia o ciottoli, per evitare che le radici marciscano. Evitare di bagnare troppo le foglie durante le irrigazioni perché potrebbero marcire. In inverno le annaffiature possono essere quasi completamente sospese (una volta al mese è sufficiente). L’aloe tomentosa necessita di abbondanti annaffiature in estate. Prima di ogni irrigazione però è meglio aspettare che il terreno sia completamente asciutto. L’A. tomentosa ha bisogno di una luce intensa. Può sopravvivere a temperature fino a -7ºC, perché il suo ambiente naturale è ad alta quota. L’Aloe tomentosa è un’Aloe a crescita rapida e raggiunge la sua dimensione massima in 5-6 anni

Propagazione:

Questa pianta può essere propagata dai semi. Piantarli in un terreno sabbioso e mantenerli umidi per 16-18 giorni, finché non germinano

Curiosità:

Le foglie di Aloe tomentosa hanno proprietà antibiotiche.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca