Cephalopentandra

cephalopentandra_sp_nova_aff_eccirhosa_giromagi_cactus_succulents

Genere: Cephalopentandra
Famiglia: Cucurbitaceae
Habitat: Africa, in particolare Etiopia, Kenya, Somalia, Uganda, in foreste decidue a clima semiarido comprese tra i 40 e i 1000 metri di altitudine sul livello del mare, dove preferisce i suoli sabbiosi.
Coltivazione: Date loro tanta acqua in estate e primavera, mettetele in un punto luminoso e piantatele in un substrato sabbioso e ben drenante!
Curiosità: Il caudice di una di queste piante può arrivare a pesare 10 kg!

Cephalopentandra: caratteristiche salienti

Cephalopentandra è un genere di piante insolite perenni e dotate di caudex, originarie dei alcuni stati africani: in particolare Etiopia, Kenya, Somalia, Uganda. Il caudex è un intelligente espediente evolutivo adottato da molte piante che vivono in ambienti inospitali: serve per conservare acqua e sostanze nutritive contro eventuali periodi siccitosi e consiste in un ingrossamento basale del tronco della pianta, che assume forme strane, diverse a seconda della specie: può essere liscio o bitorzoluto, quasi completamente coperto dal terriccio o no, ecc…

Nel caso di Cephalopentandra, il caudex è particolarmente bitorzoluto, tanto che molte descrizioni di queste piante lo associano a un vulcano coperto di lava solidificata: in effetti, per la sua forma insolitamente conica, assomiglia proprio ad una strana montagna con la cima coperta di foglie. È dotato di una corteccia pallida e fibrosa e può arrivare a pesare 10 kg!

Le Cephalopentandra appartengono alla famiglia delle Cucurbitaceae: questo significa che sono imparentate con le zucche e le zucchine, per quanto possa sembrarci strano! Come le zucche queste piante sono rampicanti: dal grasso caudex, ogni anno, producono fusti rampicanti che arrivano a un metro di lunghezza, prima morbidi ed elastici, poi ricoperti della stessa pallida corteccia del caudex. I fiori di Cephalopentandra sono piccoli e di colori caldi, ad esempio gialli in C. ecirrhosa. Le foglie sono semplici, verdi, raggruppate in ciuffi.

cephalopentandra_echirrosa_1

Cephalopentandra eccirhosa

cephalopentandra_echirrosa_

Cephalopentandra eccirhosa

Varietà e Tipologie

Nelle classificazioni adottate universalmente ci sono 5 nomi scientifici di specie di Cephalopentandra. Tuttavia, solo una di queste è accettata! Si tratta di Cephalopentandra eccirhosa.

Consigli per la coltivazione

La vostra Cephalopentandra saprá darvi molte soddisfazioni: vi basterá seguire alcuni semplici consigli!

  • Le Cephalopentandra richiedono di essere messe in punti ben luminosi, evitando però le ore piú calde durante l’estate.
  • Le Cephalopentandra adorano avere a disposizione tantissima acqua durante la stagione calda: devono quindi essere annaffiate regolarmente durante l’estate: se andate in vacanza, è meglio affidarle a qualche amico o portarle con voi!
  • Dopo che avete annaffiato, controllate se il suolo è realmente bagnato immergendo il dito nei primi 15 centimetri per assicurarvi di non aver bagnato solo la superficie del terreno. In inverno invece bisogna irrigarle piú raramente ed aspettare sempre che il substrato si asciughi prima della successiva annaffiatura: i caudex rischiano di marcire se il terreno rimane bagnato quando è piú freddo.
  • In Inverno attenzione al freddo: la minima temperatura tollerata dalle Cephalopentandra è di circa 15ºC.
  • Le Cephalopentandra crescono molto lentamente e non occuperanno molto spazio. Bisogna ricordarsi di rinvasarla ogni 2 anni.
  • Il tipo di substrato che dovremmo usare per la nostra piantina è sabbioso o comunque molto ben drenante. Sono preferibili vasi in ceramica: la loro porositá aiuterá le Cephalopentandra a drenare meglio l’acqua.

La propagazione delle Cephalopentandra può essere fatta sia tramite seme che talea.

Shop On Line

Visita lo shop on line.