Cerochlamys

Cerochlamys pachyphylla

Cerochlamys pachyphylla

Cerochlamys pachyphylla

Cerochlamys pachyphylla in fiore

Genere Cerochlamys
Famiglia Aizoaceae
Habitat Africa del sud e Provincia del Capo
Coltivazione Facili da coltivare, richiedono pieno sole e pochissime attenzioni. Sono utilizzate spesso come piante tappezzanti visto il loro portamento strisciante.
Curiosità Alcune classificazioni considerano il genere Cerochlamys come monospecie, e vi fanno rientrare solo il C. pachyphylla. Altre classificazioni, invece, considerano anche altre specie.

Cerochlamys: caratteristiche salienti

 

Il genere Cerochlamys comprende alcune piccole aizoacee, originarie dell’Africa Meridionale (una o quattro specie, secondo il tipo di classificazione adottata). Sono piante che si alzano di pochi centimetri rispetto al terreno, poco esigenti e adatte a terreni anche molto poveri.

Come molte aizoacee, sono caratterizzate da foglie succulente a sezione triangolare, dalla forma di piccole clave, che crescono su fusti molto corti a coppie opposte (mai più di 4-5 coppie per ogni stelo). Con l’età, le foglie tendono a scurirsi molto, diventando di un verde molto cupo che fa risaltare ancora di più il colore vivace dei fiori.

Ciò che viene apprezzato in queste piccole piante, oltre che il loro potere tappezzante, sono infatti soprattutto i fiori. Grandi, margheriformi, hanno lunghi petali di varie sfumature di viola – dalle più tenui alle più vivaci. Spuntano in stagioni diverse a seconda della specie, dalla primavera fino all’autunno inoltrato. Resistono, inoltre, per varie settimane.

Cerochlamys pachyphylla

Cerochlamys pachyphylla, dettaglio

 

Varietà e Tipologie

Alcune classificazioni considerano il genere Cerochlamys come monospecie, e vi fanno rientrare solo il C. pachyphylla. Altre classificazioni, invece, considerano anche altre tre specie. Ecco la lista completa:

Cerochlamys gemina
C. pachyphylla
C. purpureostyla
C. trigona

Vi invitiamo, come sempre, a cercarla nel nostro shop online di succulente, nella sezione dedicata ai Cerochlamys.

 

Consigli per la coltivazione

Ecco i nostri consigli per la coltivazione:

  • ESPOSIZIONE: Si raccomanda un’esposizione in pieno sole, ma resistono anche in posizione a mezzo sole.
  • TEMPERATURA: Mantenere a una temperatura superiore a 6-8°C.
  • INNAFFIATURE: Innaffiare ogni 3-4 giorni dando acqua abbondante, ma aspettando che il terreno si secchi prima di innaffiare nuovamente.
  • TERRENO: Si adattano bene a terreni poveri, sia sabbiosi che rocciosi.
  • CONCIMAZIONE: Concimare a inizio di ogni mese utilizzando un prodotto specifico per succulente in metà della dose raccomandata dalle istruzioni sull’etichetta.
  • RINVASO: Scegliere vasi larghi e poco profondi. La pianta non crescerà molto in altezza, ma dovrà avere lo spazio necessario per propagarsi sul terreno.
  • RIPRODUZIONE: Si riproducono molto facilmente anche per talea di ramo. Interrare la talea in un letto sabbioso e umido, lasciandola riparata dai raggi diretti del sole finché non ha ben attecchito.