Cura della Pianta Succulenta in Inverno

La cura della pianta succulenta in inverno necessita di un po’ di attenzione e di alcuni accorgimenti che vi illustreremo in questo articolo.

La cura della succulenta in inverno non richiede comunque tantissimo impegno perché in quel periodo le piante succulente vanno in ibernazione.

ELIMINAZIONE DEI PARASSITI

Fin dai primi freddi autunnali, interrompete l’apporto di acqua e di fertilizzante ma soprattutto verificate, pianta per pianta, la presenza di alcuni parassiti che durante l’inverno danneggerebbero, forse, irrimediabilmente, la vostra succulenta.

Uno dei parassiti più pericolosi e spietati, che letteralmente “succhia” la linfa delle vostre piante succulente è senza dubbio la cocciniglia! Se pensate di averla individuata, allora, con pazienza, dovrete procurarvi, ad esempio, un cotton fioc, dell’alcol e darvi da fare, rimuovendola.

Purtroppo però, nonostante un’accurata pulizia, è praticamente impossibile rimuovere le uova della cocciniglia e quindi si dovrà ricorrere all’uso dell’insetticida giusto.

Qualora la pianta sia in profonda sofferenza, qualora non si tratti di marciume, è probabile allora è probabile che la cocciniglia avrà attaccato anche le radici: in questo caso l’unica soluzione è rappresentata dalla rimozione di tutta la terra dalle radici, lavandole accuratamente con l’acqua. Successivamente si procederà ad un nuovo rinvaso, utilizzando uno specifico terriccio per piante succulente.

Se individuate alcune tacche di colore bruno, è probabile che si debba intervenire e trattare la pianta con un prodotto che colpisca le malattie crittogamiche; se invece il colore di queste tacche presenti sul fogliame delle vostre agavi è quasi nero esso potrebbe essere dovuto ad un eccesso di acqua. In questo caso tagliate le foglie rovinate, trattate con il giusto prodotto, e lasciate assolutamente la pianta in un luogo asciutto.

INVERNO ASCIUTTO
Se volete ottenere una fioritura spettacolare ed intensa nel mese di aprile, è preferibile lasciar riposare la vostra pianta nella tranquillità più totale, senza somministrare acqua o fertilizzante.

Teniamo presente che una pianta, durante l’inverno, potrà essere coltivata e tenuta dentro una serra fredda, una situazione ideale, al Nord Italia mentre al Sud Italia essa potrà essere lasciata fuori, all’aria aperta perché le condizioni climatiche sono migliori.

In generale possiamo dire che le piante succulente sopportano bene le basse temperature, anche negative ma, in determinate circostanze, ad esempio se la pianta ha avuto problemi con dei parassiti, la stessa potrebbe cominciare a soffrire intensamente alle basse temperature che verrebbero invece sopportate senza difficoltà in condizioni normali.