Dinteranthus inexpectatus

Genere:

Dinteranthus

Famiglia:

Aizoaceae

Habitat:

Originario di Warmbad, in Namibia, il Dinteranthus inexpectatus è particolarmente adatto a crescere in condizioni ambientali peculiari. Questa affascinante pianta succulenta si trova incastonata tra le colline di quarzo, e spesso si rifugia sotto le pietre. Si è evoluta per prosperare in un ecosistema caratterizzato da piogge occasionali, che si verificano tipicamente nei mesi autunnali. Questo habitat specializzato ha svolto un ruolo cruciale nel plasmare le caratteristiche distintive e il comportamento di questa straordinaria pianta.

Sinonimi:

Dinteranthus wilmotianus subsp. impunctatus
Mesembryanthemum inexpectatum

Descrizione:

Il Dinteranthus inexpectatus, spesso definito la “sorprendente roccia viva”, vanta una forma sferica con tipicamente solo un paio di foglie, che occasionalmente formano piccoli grappoli. Queste foglie assumono una forma liscia, simile a un uovo, sono alte da 2,5 a 4,5 centimetri e raggiungono fino a 5 centimetri di larghezza. La loro tonalità è un bianco latte o grigio uniforme, occasionalmente sfumato di un rosa delicato. È interessante notare che queste foglie semiovate si uniscono per più della metà della loro lunghezza, mostrando occasionalmente un leggero spazio e chiudendosi strettamente per formare una sfera durante i peri. Ad un esame più attento si possono osservare una o due sottili creste lungo la parte posteriore delle foglie, in particolare verso l’apice. Quando la pianta fiorisce, produce un fiore solitario che misura da 1,5 a 4,5 centimetri di diametro, esibendo una tonalità giallo intenso e intenso. Il fiore comprende otto sepali, mentre i petali vantano un sorprendente tono giallo dorato, a volte ornato da un sottotono rossastro.

Coltivazione:

Il Dinteranthus inexpectatus, noto per il suo aspetto caratteristico e le fioriture vivaci, richiede cure e attenzioni specifiche. Fornirgli le giuste condizioni si tradurrà in uno spettacolo gratificante di colori e forme, soprattutto durante l’autunno. Sebbene possa essere un po’ esigente riguardo al suo ambiente, con una corretta manutenzione, anche i coltivatori non troppo esperti possono curarla in modo ottimale. Ha un tasso di crescita lento rispetto ad altri mesembri. Per il suo terreno preferisce un mix ben drenante con un compost minimo e un’alta percentuale di sabbia, sabbia grossolana o piccola ghiaia lavica. Può essere coltivata all’aperto in fessure rocciose soleggiate e asciutte, ma la protezione contro l’umidità invernale è fondamentale. In alternativa, può essere posizionata in casa, in vasi con substrato povero e ben drenato.Quando si tratta di rinvasare, e’ consigliabile tenerlo in un vaso abbastanza piccolo di terracotta, poco profondo Il Dinteranthus inexpectatus può rimanere nello stesso vaso per molti anni e ama molto la luce ma occorre prestare attenzione ad esporlo al sole diretto in piena estate. Senza un’adeguata protezione, può bruciarsi.Per l’irrigazione ha bisogno di un po’ di umidità durante tutto l’anno, leggermente di più in primavera e in autunno. Durante i mesi invernali più freddi, è raccomandabile tenerlo più asciutto e riprendere ad annaffiare regolarmente dopo che le vecchie foglie si saranno completamente asciugate. L’irrigazione eccessiva e la scarsa ventilazione possono causare problemi, quindi è essenziale consentire al terreno di asciugarsi tra un’annaffiatura e l’altra. In caso di dubbio è meglio astenersi dall’annaffiare. Durante il periodo di riposo vegetativo in Inverno, un leggero spruzzo una volta alla settimana può prevenire un’eccessiva disidratazione, soprattutto nelle case con riscaldamento centralizzato. Dopo la fioritura durante la stagione invernale, la pianta non necessita di annaffiature, poiché attinge all’acqua e ai nutrienti immagazzinati dalle foglie succulente esterne. Nutrirlo con un fertilizzante specifico per succulente durante la stagione di crescita è utile, ma occorre evitare un’eccessiva fertilizzazione per prevenire un eccesso di vegetazione suscettibile alle malattie fungine.
In termini di robustezza, durante la stagione fredda è meglio mantenere le temperature sopra i 5°C, anche se questa succulenta può tollerare gelate leggere fino a -7°C per brevi periodi (se il terreno è asciutto).
Il Dinteranthus inexpectatus può essere coltivato in vasi non troppo grandi , aggiungendo bellezza a qualsiasi spazio. Sebbene sia generalmente esente da parassiti e in buone condizioni, può attirare insetti come ragni rossi, cocciniglie e mosche sciara. L’appannamento regolare può tenere lontano i ragni rossi, mentre la pacciamatura con sabbia può scoraggiare le mosche della sciara. Scaglie, tripidi e afidi raramente possono causare problemi . Trattare il Dinteranthus inexpectatus con un insetticida sistemico due volte l’anno in primavera e in autunno può aiutare a prevenire le infestazioni.Il marciume è una preoccupazione minore per il Dinteranthus inexpectatus, a condizione che sia annaffiato e ventilato correttamente. I fungicidi potrebbero non essere particolarmente efficaci se si trascura la cura adeguata.

Propagazione:

Il Dinteranthus inexpectatus può essere propagato dai suoi minuscoli semi oppure per talea . Per iniziare dai semi, piantateli in vasi riempiti di sabbia fine e ben drenante durante i mesi caldi della primavera e dell’estate. Coprite delicatamente i semi con un sottile strato di sabbia e acqua dal basso. Per i primi 3-4 giorni, coprite i vasi con vetro o perspex trasparente per mantenere alti i livelli di umidità. Successivamente, passate a una tela ombreggiante leggera e nebulizzate i vasi una o due volte al giorno per le due settimane successive. A quel punto, la maggior parte dei semi sara’ germogliata.Man mano che le giovani piante crescono, si puo’ ridurre gradualmente la frequenza della nebulizzazione, da ogni due giorni a ogni tre giorni. Per la propagazione attraverso la divisione, e’ preferibile fare talee da una pianta matura di Dinteranthus inexpectatus. Ogni talea dovrebbe includere una o più rosette insieme a una porzione dell’apparato radicale. Lasciare asciugare le talee all’aria per un paio di giorni. Una volta essiccate, posizionare le talee sulla superficie del terreno e inserire delicatamente le estremità dello stelo parzialmente nel terreno. È consigliabile mantenere il taglio leggermente verticale per incoraggiare la crescita delle radici verso il basso. Vale la pena notare che il radicamento del Dinteranthus inexpectatus dalle talee può essere impegnativo e spesso meno efficace rispetto alla propagazione da seme, poiché crescono facilmente dai semi.

Curiosità:

L’aspetto peculiare delle piante di Dinteranthus ha fatto loro guadagnare una notevole popolarità tra gli appassionati di succulente. Condividono un modello di crescita simile ai Lithops, ma a differenza di questi, crescono principalmente sopra il terreno. (Ad eccezione di Dintheranthus vanzily, che ha un’abitudine parzialmente sotterranea simile a Lithops, con le punte delle foglie esposte sopra il suolo.) A causa della loro strana somiglianza con le rocce circostanti, vengono spesso definite piante mimetiche, che si fondono perfettamente con le rocce circostanti. Nel loro habitat naturale sono poco appariscenti quando non sono in fiore. Presentando una struttura che ricorda i ciottoli , sono comunemente conosciuti come piante di ciottoli o pietre vive. Ogni specie di Dinteranthus è strettamente legata a uno specifico tipo di formazione rocciosa e si trova esclusivamente in quel particolare ambiente. Questo mimetismo naturale funge da meccanismo di difesa contro gli erbivori, riducendo la necessità di protezione chimica.

Shop On Line

Visita lo shop on line.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca