Dorstenia

Dorstenia contrajerva

Dorstenia contrajerva. Foto dagli archivi Wikimedia Commons

Dorstenia foetida‎

Dorstenia foetida‎. Foto dagli archivi Wikimedia Commons

Genere Dorstenia
Famiglia Moraceae
Habitat Il genere comprende moltissime specie provenienti da diverse aree del globo: dall’Asia all’Africa, Arabia, America del sud. Le specie succulente sono perlopiù di origine africane.
Coltivazione Preferiscono zone ombrose e acqua controllata, ma non troppo scarsa (il terreno non deve mai seccarsi troppo). Il periodo vegetativo è in primavera-estate.
Curiosità Il nome è in onore del botanico tedesco Theodor Dorsten (1492–1552).

Dorstenia: caratteristiche salienti

 

Il genere Dorstenia comprende oltre 150 specie di piante originarie un po’ di tutte le aree tropicali e subtropicali del globo. All’interno di questo genere, quindi, si trova un po’ di tutto sia come dimensioni che come portamento, tenute insieme nello stesso genere soprattutto per alcune particolarità morfologiche dell’infiorescenza.

Le Dorstenia hanno generalmente foglie caduche. Le specie che facciamo rientrare come succulente sono quelle dotate di caudice, che utilizzano per immagazzinare l’acqua.

 

Queste piante generalmente hanno portamento eretto fusti larghi che legnificano con l’età della pianta, foglie lunghe e lanceolate che crescono a corona dalla sommità del fusto. Le foglie e i fusti secernono un liquido gelatinoso tossico, che la pianta usa come forma di difesa.

La particolarità morfologica che le contraddistingue è la presenza di un “falso fiore” che spunta sulla sommità della pianta: una struttura a forma di disco relativamente grossa e vistosa, che è in realtà composta da moltissimi microfiori di colore verde, sia maschili che femminili (spesso quelli maschili sono nella parte esterna).

Ogni pianta è, così, in grado di produrre autonomamente semi fertili che, una volta maturi, vengono espulsi con forza e scagliati all’esterno, anche a qualche metro di distanza dalla pianta!

Dorstenia gigas

Dorstenia gigas. Foto dagli archivi Wikimedia Commons

 

Varietà e Tipologie

Qui di seguito riportiamo le principali specie di succulente appartenenti al genere Dorstenia. Vi invitiamo, come sempre, a cercare nel nostro shop online di succulente, nella pagina dedicata alle Dorstenia.

Dorstenia contrajerva
D. crispa
D. foetida
D. gigas
D. gypsophila

Consigli per la coltivazione

Ecco i nostri consigli di coltivazione:

  • ESPOSIZIONE: Preferire la penombra; sono piante piccole, che in natura si sviluppano all’ombra di specie più alte.
  • TEMPERATURA: Hanno bisogno di temperature molto alte e anche in inverno non dovrebbero comunque scendere sotto i 15°C.
  • INNAFFIATURE: Innaffiare ogni 2-3 giorni in estate e diradare con autunno e inverno. Il terreno non dovrebbe arrivare mai ad essere né troppo bagnato né completamente secco, ma restare sempre leggermente umido.
  • TERRENO: Utilizzare un terreno fertile, più ricco di quello che si utilizza normalmente per le succulente, ma comunque ben drenante.
  • CONCIMAZIONE: Concimare a inizio mese durante la stagione vegetativa.
  • RINVASO: La frequenza dipende alla singola specie. In genere i vasi possono essere non troppo ampi, perché l’apparato radicale non è molto sviluppato.
  • RIPRODUZIONE: Si riproducono esclusivamente per seme. Ogni pianta adulta produce in autonomia semi fertili, che possono quindi essere recuperati per la moltiplicazione.