Myrtillocactus

Myrtillocactus cv strictum crestato

Myrtillocactus cv strictum crestato, un esemplare nel nostro shop online

Genere Myrtillocactus
Famiglia Cactaceae
Habitat Zone semiaride del del Messico e del Guatemala
Coltivazione In serra coltivare in terriccio standard per cactus, in piena luce, con bassa umidità. All’aperto in terreno povero o poco fertile, ben drenato, in pieno sole.
Curiosità Il suo nome deriva dai frutti che produce, commestibili e simili ai mirtilli. È difficile, tuttavia, ottenere fioriture e quindi frutti quando viene coltivato in serra.

I Myrtillocactus: caratteristiche salienti

 

Il Myrtillocactus è un genere di piccole cactacee composto solo da quattro specie.

Questa pianta cresce nelle zone semi aride del Messico e del Guatemala e deve il suo nome ai piccoli frutti commestibili. A seconda della specie il Myrtillocactus si può trovare a livello del mare o fino a 1000 metri di altitudine.

Questi cactus hanno fusti corti e di colore verde bluastro e spessi rami eretti, con 5/8 costole e areole spinose. I fiori nascono all’inizio dell’estate e hanno una forma a campanula, con tubo corto. I frutti, simili a mirtilli, sono di colore blu porporino.

Il Myrtillocactus soffre le basse temperature. Se esposto per periodi prolungati a temperature inferiori a 10°C può subire danni seri e, anche se sopravvive, riportano antiestetiche macchie sulla superficie.
Alcune specie di Myrtillocactus messicane possono raggiungere l’altezza di quattro metri e un’ampiezza di due.

Myrtillocactus geometrizans

Myrtillocactus geometrizans, dal nostro shop online

Myrtillocactus geometrizans crestato variegato

Myrtillocactus geometrizans crestato variegato, dal nostro shop online

Varietà e Tipologie

Il genere Myrtillocactus è composto da quattro specie a cui si aggiungono però varietà e incroci. Qui di seguito l’elenco delle specie attualmente riconosciute.

Certatele nel nostro shop online, nella sezione dedicata ai Myrtillocactus.

Myrtillocactus cochal
M. eichiamii
M. geometrizans
M. schenkii

Consigli per la coltivazione

Ecco i nostri consigli di coltivazione per il Myrtillocactus:

  • ESPOSIZIONE: In serra esporre in piena luce, in ambiente poco umido. All’aperto, posizionare in aree molto luminose, possibilmente in pieno sole.
  • TEMPERATURA: Se esposto troppo a lungo al freddo rischia di sviluppare antiestetiche macchie. Se la temperatura scende sotto i 10°C, trasferire la pianta in una serra calda. Soffre l’umidità, soprattutto d’inverno.
  • INNAFFIATURE: Annaffiare moderatamente dalla primavera all’autunno. Mantenere la terra appena umida durante gli altri mesi.
  • TERRENO: In serra coltivare in terriccio standard per cactus. All’aperto in terreno povero o poco fertile, ben drenato. Va benissimo un giardino roccioso o desertico.
  • CONCIMAZIONE: Utilizzare mensilmente un concime liquido poco azotato durante il periodo estivo primaverile.
  • RIPRODUZIONE: Il Myrtillocactus è un cactacea che si riproduce per semina (a temperature attorno ai 20°C) o per talea di fusto. In caso di talea lasciare asciugare la ferita per almeno una settimana, prima di mettere a dimora direttamente nel terriccio di cultura.