Orbea semitubiflora

Genere:

Orbea

Famiglia:

Apocynaceae

Habitat:

L’Orbea semitubiflora è originaria della Tanzania settentrionale. Si trova solo in una piccola area della provincia di Arusha.

Sinonimi:

Angolluma semitubiflora
Pachycymbium semitubiflorum

Descrizione:

L’Orbea semitubiflora è una piccola succulenta strisciante che forma piccoli gruppi di fusti allungati, fino a 50 centimetri di diametro, rimanendo a livello del suolo.
I suoi fusti sono rizomatosi: ciò significa che funzionano anche come organi riproduttivi, mettendo radici lungo tutta la loro lunghezza, per aiutare la pianta a diffondersi orizzontalmente. Sono di colore verde chiaro, con macchie e strisce bruno-violacee, da quadrangolari a arrotondate, solcate da tubercoli conici e appuntiti, molto prominenti lunghi fino a 1,5 centimetri.
Durante l’estate, nelle parti laterali della cima del fusto compaiono fiori di colore rosso scuro, quasi nero, di grande effetto. I loro petali sono fusi in una corolla tubolare a forma di stella, con lobi appuntiti e una parte centrale gialla che crea un bel contrasto e aggiunge ulteriore potenziale decorativo a questa specie già di per sé sorprendente.
Dopo l’appassimento, i fiori sono sostituiti da capsule a forma di fuso: un tipo specifico di frutti tipici di questa specie.

Coltivazione:

L’Orbea semitubiflora è una delle specie di Orbea più facili da coltivare. Di seguito i nostri consigli per la coltivazione:
La quantità di luce solare richiesta varia durante l’anno: in primavera e in estate ha bisogno di ombra parziale o luce filtrata, mentre in autunno e soprattutto in inverno ha bisogno di molta luce.
È piuttosto sensibile al gelo: la temperatura minima tollerata è di 10ºC. Si consiglia di tenerla all’aperto in autunno se le temperature non si abbassano troppo, mentre in inverno deve essere assolutamente tenuta in casa.
Si consiglia di annaffiare regolarmente e abbondantemente in primavera e in estate, aspettando sempre che il terreno si asciughi completamente prima di procedere di nuovo, mantenendola asciutta in inverno per evitare il marciume delle radici. In estate, l’Orbea semitubiflora prospera se tenuta all’aperto nella stagione con forti piogge estive, anche se può sopportare siccità e caldo.
L’Orbea semitubiflora ha radici poco profonde, quindi è bene scegliere un substrato ben drenante come un mix per cactus o un substrato standard arricchito in pomice o perlite.
E’ opportuno concimare una volta all’anno con un prodotto specifico per succulente, ricco di Fosforo e Potassio e povero di Azoto e diluirlo in acqua a metà delle dosi consigliate in etichetta.
È una specie a crescita lenta: il rinvaso sarà necessario ogni due anni.

Propagazione:

La propagazione dell’Orbea semitubiflora può essere effettuata facilmente per talea di fusto. Si consiglia di tagliare i fusti con un coltello affilato e lasciare asciugare il taglio per qualche giorno prima di deporlo su un substrato granuloso. Evitare l’acqua finché non radicano. Anche la semina è un metodo possibile. I semi devono essere coperti di terra e con un substrato umido germineranno rapidamente. L’Orbea semitubuliflora, invece, è in grado di propagarsi autonomamente attraverso i suoi fusti rizomatosi, che mettono radici in tutta la loro lunghezza. Nel caso in cui si nota che una parte del fusto ha formato delle radici, è importante tagliarle e piantarle in un altro vaso.

Curiosità:

Il nome Orbea deriva dalla parola latina “orbis”, che significa cerchio, disco. Ciò è dovuto al suo fiore carnoso, a forma di stella, che presenta nella parte centrale un disco o anello rialzato, più o meno prominente.

Shop On Line

Visita lo shop on line.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca