Pachypodium densiflorum f. crestata

Genere:

Pachypodium

Famiglia:

Apocynaceae

Habitat:

P. densiflorum f. crestata è una pianata originaria del Madagascar. Nel suo habitat naturale cresce in zone sassose e soleggiate dove può sopportare temperature sotto lo zero in inverno e lunghi periodi di siccità in estate.

Sinonimi:

Pachypodium brevicalyx

Descrizione:

P. densiflorum f. crestata è una succulenta arbustiva caudiciforme appartenente alla famiglia delle Apocynaceae. Presenta un caudex legnoso, spesso, liscio e di colore argenteo con sfumature verdi. Il tronco è ricoperto da grandi spine coniche accoppiate e può raggiungere fino ai 70 cm di altezza. La succulenta forma solitamente rami corti e affusolati che si dipartono dal caudex. Le foglie vanno da forme ellittiche a forme obovate e sono di colore verde scuro con una nervatura centrale bianca nella parte superiore e una pubescente di colore verde chiaro nella parte inferiore. La fioritura avviene per tutta la primavera anche nelle giovani piante. I fiori sono pentalobati, di colore giallo brillante e sono portati a grappolo su steli lunghi fino a 40 cm. La forma crestata tende a crescere a forma di ventaglio.

Coltivazione:

Si tratta di una pianta rara, facile da coltivare e resistente alla siccità. Si consiglia un’esposizione a pieno sole. Pachypodium densiflorum f. crestata non ama le temperature inferiori a 10°C pertanto, durante il periodo invernale, è preferibile tenerla al riparo. Si consiglia di usare vasi forati e di arricchire il terriccio con pomice e argilla per evitare ristagni idrici e prevenire il marciume radicale a cui la pianta è spesso soggetta. Annaffiare regolarmente da maggio a settembre: durante il periodo vegetativo si può annaffiare la pianta ogni 7 giorni controllando che il terreno sia completamente asciutto prima di annaffiare nuovamente. Mentre in inverno, durante il periodo di riposo vegetativo, è consigliabile sospendere completamente le annaffiature. Per stimolare la crescita, si consiglia di concimare la pianta una volta all’anno, durante il periodo vegetativo. Sarà sufficiente usare un concime specifico per cactacee. Se il vaso dovesse essere troppo piccolo per la pianta, si consiglia di rinvasare in un vaso più largo di 2 cm. Il rinvaso dovrebbe essere fatto all’inizio del periodo vegetativo, usando del terriccio fresco. Si ricorda di fare attenzione a ragni rossi e cocciniglia.

Propagazione:

La propagazione può avvenire solo per talea, per non perdere la mutazione della forma crestata. Puoi tagliare un offset durante la primavera e lasciarlo ad asciugare; dopo qualche giorno la superficie tagliata si asciugherà e si formerà un callo, ponete quindi la talea in un mix di sabbia, terriccio e pomice. Per aumentare il successo della propagazione si consiglia di tagliare due o più offset e di mantenerli a temperature intorno ai 20 °C.

Curiosità:

I Pachypodium sono chiamati anche “palme di Madagascar” a causa della conformazione del fusto che si restringe gradualmente man mano che la pianta cresce in altezza. La parola Pachypodium significa letteralmente “grande piede” (dal greco “pachys” grande e “podos” piede). Il nome “densiflorum” significa invece “fioritura abbondante” e deriva proprio dal fatto che questa pianta produce moltissimi fiori. Le piante caratterizzate da caudex utilizzano il loro tubero sotterraneo per immagazzinare acqua e far fronte a lunghi periodi di siccità. Infine, la forma crestata è una mutazione naturale che si è verificata nella popolazione di P. Densiflorum, successivamente selezionata e propagata per via vegetativa.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca