Piaranthus

Piaranthus Geminatus

Piaranthus Geminatus, foto di Stephen Boisvert dagli archivi Wikimedia Commons

Genere Piaranthus
Famiglia Apocynaceae
Habitat Deserti aridi dell’Africa sud-occidentale
Coltivazione Le Piaranthus sono piante facili da coltivare e soprattutto da far fiorire. Annaffiate abbondantemente in estate e fate attenzione a non lasciarle mai sotto i 5°C. Prediligono un’esposizione a mezzo sole.
Curiosità Il nome Piaranthus deriva dal greco “piar”, cioè grasso, e “anthos”, fiore e fa riferimento alla forma del fiore, che ha cinque lunghi petali carnosi.

Le Piaranthus: caratteristiche salienti

 

Il genere Piaranthus comprende circa quindici specie di Apocynacee provenienti dai deserti aridi dell’Africa sud-occidentale.

Hanno fusti carnosi e compatti, tendenzialmente piatti, suddivisi in tubercoli che possono essere così accentuati da dare l’impressione di trovarsi di fronte quasi a delle rosette. Non sono invece presenti foglie, che sono sostituite dai tubercoli.

Dalla sommità del fusto spuntano i fiori. Sono fiori singoli, ciascuno portato dal suo stelo, che per la forma e i colori ricordano quasi delle Stapelie. Hanno cinque petali carnosi e allungati che possono variare nel colore secondo la specie. In certi casi non hanno colore uniforme, ma macchie o puntini.
Spesso emanano cattivo odore, soprattutto quelli di colore rosso scuro o marroncino.

Le singole piantine crescono una vicina alle altre, formando delle sorte di piccoli cespugli.

Piaranthus punctatus

Piaranthus punctatus, un esemplare dal nostro shop online

Varietà e Tipologie

Ecco le principali specie di Piaranthus, escludendo varianti e ibridi.
Cercatele nel nostro shop online nella sezione dedicata alle Piaranthus.

Piaranthus Parvulus

Piaranthus parvulus, foto di Maja Dumat dagli archivi Wikimedia Commons

Piaranthus atrosanguineus
P. comptus
P. cornutus
P. decipiens
P. decorus
P. disparilis
P. fasciculatus
P. foetidus
P. framesii Pillans

P. geminatus
P. globosus
P. mennellii
P. pallidus
P. parvulus
P. pillansii
P. pullus
P. punctatus
P. ruschii

Consigli per la coltivazione

Le Piaranthus sono piante facili da coltivare e soprattutto da far fiorire. Ecco i nostri consigli per la loro coltivazione:

  • ESPOSIZIONE: Le Piaranthus crescono bene in penombra o comunque al riparo dai raggi diretti del sole.
  • TEMPERATURA: La temperatura minima che questo genere riesce a sopportare sono i 5°C se il terreno è tendenzialmente secco. È quindi opportuno porla al riparo l’inverno.
  • INNAFFIATURE: Annaffiare con regolarità ogni 2-3 giorni durante il periodo vegetativo, anche in modo abbondante durante i mesi più caldi. In inverno diminuire le annaffiature e fare attenzione a lasciar seccare il terreno fra l’una e l’altra.
  • TERRENO: Scegliere un terreno ben drenante e leggero, come una composta per cactus.
  • CONCIMAZIONE: Concimare regolarmente ogni 15-20 giorni durante il periodo vegetativo, usando un prodotto per cactacee.
  • RINVASO: Le radici crescono piuttosto superficiali e c’è quindi bisogno di vasi più larghi che profondi. Tendenzialmente, va rinvasata ogni due anni.
  • RIPRODUZIONE: Le Piaranthus si riproducono bene per talea utilizzando una parte del fusto. Fare attenzione a lasciar seccare bene la ferita prima di mettere la talea a dimora e di appoggiarla sul terreno, anziché interrarla, per favorire lo sviluppo delle radici.