Tephrocactus molinensis

Genere:

Tephrocactus

Famiglia:

Cactaceae

Habitat:

Si tratta di un piccolo cactus segmentato originario delle aree desertiche dell’Argentina. Nel suo habitat naturale la pianta rimane più piccola perché i segmenti superiori cadono facilmente. In vivaio la pianta si sviluppa come una piccola catena a segmenti eretti.

Sinonimi:

Opuntia glomerata andicola
Opuntia molinensis
Maihueniopsis molinensis

Descrizione:

Tephrocactus molinensis è un piccolo cactus dall’epidermide morbida e dal fusto ovoidale o globoso che cresce fino a 35 mm (o anche di più se coltivato). T. molinensis si ramifica facilmente e ha un colore che varia dal verde al marroncino. All’estremità dei tubercoli sono presenti areole lanose e ciuffi di glochidi di colore variabile. Le spine sono assenti. I grandi fiori sono solitari e diurni (si aprono nel pomeriggio e si chiudono di notte) e possono essere bianchi, rosa chiaro o giallo pallido.

Coltivazione:

Si tratta di una pianta abbastanza facile da coltivare, ma bisogna stare molto attenti quando la si sposta o la si trapianta, perché i segmenti si staccano facilmente. Tephrocactus molinensis predilige un’esposizione solare diretta dalle 5 alle 8 ore al giorno; se viene coltivato in casa è consigliabile porlo di fronte a una finestra esposta a sud, se invece è coltivato all’aperto si consiglia di proteggerlo dall’intenso sole pomeridiano. T. molinensis preferisce un terreno ben drenante. In estate si consiglia di annaffiarlo solo se il terreno è completamente asciutto poiché si tratta di una pianta nata per resistere alla siccità e l’eccessiva irrigazione la ucciderebbe. Durante l’inverno è preferibile porre la pianta in un luogo riparato e ventilato dove vi sia una temperatura superiore ai 5°C.

Propagazione:

Il metodo più semplice di propagazione è tramite talea. Si consiglia di praticare il taglio alla base di uno dei segmenti della pianta e di porlo su un substrato asciutto fin quando non avrà messo radici.

Curiosità:

Il nome “molinensis” deriva da Los Molinos, nome della località argentina da cui la specie è originaria.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca